Credito automatizzato con l’Intelligenza Artificiale

Daniele Giuliani, CEO di Genio Diligence ha esplorato il mondo delle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale nell’ambito del credito e dell’utilizzo dei dati, nell’intervista di AziendaBanca. In questo articolo, si è esaminato come il concetto emergente di “phygital” stia rivoluzionando l’industria, combinando tecnologie avanzate con una componente umana essenziale per offrire servizi creditizi altamente personalizzati, supportati da analisi approfondite dei dati.

Punti Chiave Trattati:

    Automazione e Antifrode:

    L’automazione è un elemento chiave nel processo di evoluzione del settore creditizio. Nell’intervista, Daniele sottolinea come l’intelligenza artificiale sia un valido alleato nell’automatizzare il flusso documentale e nell’ottimizzare il back office. Tuttavia, il focus rimane sulla componente antifrode, fondamentale per proteggere le istituzioni finanziarie dal rischio creditizio.

    Un Nuovo Modello per il Mutuo Digitale:

    Genio Diligence mira a ridefinire il processo di erogazione del mutuo attraverso l’implementazione di tecnologie di automazione. L’obiettivo è rendere il processo completamente digitale, semplificando le procedure e migliorando l’efficienza complessiva.

    Stimolare l’Innovazione:

    Uno degli argomenti centrali dell’intervista riguarda la necessità di stimolare l’innovazione nel settore. Questo include non solo lo sviluppo continuo della tecnologia, ma anche interventi sul framework normativo. Giuliani suggerisce che il quadro normativo dovrebbe essere modellato in modo da favorire, anziché frenare, l’innovazione. L’obiettivo è rendere la tecnologia applicabile a tutti gli effetti e promuovere un ambiente favorevole alla crescita e allo sviluppo.

Ci si aspetta una maggiore sinergia tra intelligenza artificiale, automazione e fattori umani come formula per ridefinire il mondo del credito. Il passaggio verso il “phygital” non è solo un cambiamento tecnologico, ma un’opportunità per plasmare un settore più efficiente, sicuro e orientato all’innovazione.

Leggi l’intera intervista, qui.

Condividi articolo tramite:
Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Pinterest