Antifrode: competenze umane e AI, raccontata nell’intervista per Fondi & Sicav

Durante un’intervista condotta da Boris per Fondi e Sicav, Daniele Giuliani, CEO di Genio Diligence, ha enfatizzato l’importanza della sinergia tra competenze umane e intelligenza artificiale nel valorizzare i processi che coinvolgono la gestione di volumi significativi di documenti.

In particolare, l’efficacia di questi processi è cruciale in contesti come la prevenzione frodi nei finanziamenti, la KYC (Know Your Customer) e l’AML (Anti Money Laundering), dove la raccolta efficiente dei dati e la loro verifica sono fondamentali per garantire la sicurezza dei servizi offerti.

Si aprono così varie prospettive di impiego in questi settori: dall’utilizzo intelligente dell’IA per il caricamento dei dati e la loro verifica prima dell’inserimento nella blockchain, fino all’ambito degli NPL (Non Performing Loans) / UTP (Unlikely to Pay), dove grandi quantità di dati sono spesso gestite manualmente.

Questa combinazione di competenze umane e tecnologie avanzate promette di ottimizzare i processi, migliorando l’efficienza e riducendo il rischio di errori, contribuendo così a garantire la sicurezza e l’affidabilità dei servizi offerti.

leggi l’intera intervista: https://www.fondiesicav.it/competenze-umane-e-ai-per-lantifrode/

Condividi articolo tramite:
Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Pinterest